Crea sito

Illegale il sesso tra adulti consenzienti indonesiani dello stesso sesso?

adulti indonesiani consenzientiLa corte indonesiana sta esaminando la richiesta che potrebbe rendere illegale il sesso tra adulti consenzienti se i giudici dovessero sostenere una revisione proposta del codice penale indonesiano.

Al momento non ci sono leggi scritte sul sesso omosessuale nel paese indonesiano a maggioranza musulmana se non nella provincia autonoma di Aceh, dove è in vigore la legge della Sharia.

La comunità LGBT è da tempo una comunità visibile e sottogruppo generalmente accettato in Indonesia, ma negli ultimi anni sono stati oggetto d pressioni e di crescenti teorie conservatrici.

Un gruppo della società civile, AILA alleanza indonesiana per l’amore della famiglia, ha chiesto con una petizione alla corte costituzionale del paese di rivedere tre articoli del codice penale che secondo loro sono incostituzionali.

L’articolo 292 è uno di questi articoli che interessa la comunità LGBT e criminalizza gli atti sessuali tra persone dello stesso sesso tra adulti e minori. AILA vuole emendare l’articolo per includere atti omosessuali tra adulti.

L’articolo dice: “Adulti che intrattengono atti osceni dello stesso sesso con un partner adolescente o qualcuno che dovrebbe essere stato percepito adolescente può rischiare una reclusione fino a cinque anni.”

La revisione dell’articolo proposta direbbe: “Persone che intrattengono atti osceni dello stesso sesso con persone dello stesso sesso rischiano il carcere fino a cinque anni.”

La corte costituzionale non può riscrivere il codice penale, ma l’accettazione della petizione di AILA è un precedente ed apre la strada al parlamento in tal senso.

Il caso ha avuto cinque udienze dal 7 di giugno.

“Se si emendano gli articoli nel senso di penalizzar la comunità LGBT, potrebbero scatenare atti di intolleranza” dice Dede Oetomo, militante della comunità LGBT. “Chi applicherà la legge avrà la benedizione di provocare e discriminare se è applicata la richiesta”.

Dede ha fondato la prima organizzazione indonesiana GAY che si batte per i diritti e la protezione degli omosessuali nel paese.

Con lui è d’accordo Lies Marcoes dei diritti umani. “Non vogliamo che la gente si assuma il compito di fare giustizia verso la gente LGBT se la costituzione approva la revisione”.

La presidente di AILA Rita Hendravati Soebagio ha negato che la revisione del codice penale possa promuovere l’intolleranza.

“La violenza verso la gente LGBT nascerebbe, secondo la donna, dalla mancanza di chiare leggi sulla omosessualità: “Se ci sono le leggi, la gente è cosciente”.

Il gruppo che lavora a Giacarta promuove i valori della famiglia islamica, fa campagna contro l’omosessualità e promuove il sostegno psicologico per guarire la gente LGBT.

Con loro è d’accordo Adrian Husaini, lettore del pensiero islamico presso l’università di Bogor Ibnu Khaldun. “Chi applica la legge finora è confuso nel merito perché non hanno base legale per gestire i casi di LGBT” dice Adrian che ha fatto da testimone presso la corte costituzionale indonesiana. “Quello di cui abbiamo bisogno di comprendere è che esiste uno standard morale nel paese”

Altri esperti testimoni sempre per l’accusa sono il medico Dewi Inong Irana, che ha parlato sul trattamento delle malattie sessualmente trasmesse nei pazienti omosessuali e transessuali, e l’esperto legale Neng Djubaedah che ha discusso le clausole e i loro legami con gli insegnamenti religiosi.

Dede Oetomo ha invitato i giudici della corte costituzionale a considerare con attenzione la decisione.

“E’ un test per la corte costituzionale, se saranno saggi da raggiungere una decisione che si basi sulla scienza e sui diritti umani invece che sulla moralità settaria di qualche gruppo”

La vicepresidente della commissione dei diritti umani sulle donne Masruchah ha invitato la crte a cercare differenti opinioni sulla questione. Finora molte testimonianza hanno cercato di correlare questa questione con le questioni sanitarie e psichiatriche: “Ci devono essere differenti testimonianze o esperti che hanno differenti prospettive”

Dice Oetomo alla Reuters:

“E’ ancora possibile vivere come gay dichiarato, o come lesbica o transessuale e sopravvivere. Chi vive in Bangladesh è stato picchiato fino a morire”

Oetomo ha comunque messo in guardia indicando la petizione presso la corte costituzionale da gruppi anti LGBT per criminalizzare il sesso consessuale tra adulti dello stesso sesso.

Se dovesse avere successo la richiesta porterebbe a conseguenze di lungo termine con altre decadi di battaglie per chi combatte da sempre contro tutte queste discriminazioni.

 

You may also like...