Energia Rinnovabile nel ASEAN al 23% entro il 2025

la politica e l'ideologia

L’ energia rinnovabile è destinata a cambiare il panorama energetico del Sudestasiatico con tanti benefici.

L’obiettivo regionale è di assicurare che, entro il 2025 il 23% del Mix energetico del ASEAN sia costituito di energia rinnovabile.

energia rinnovabile

Comunque tantissimi che vivono in angoli remoti della regione usano biomasse tradizionali quali legna da ardere e generatori vecchi a diesel per produrre elettricità.

La soluzione deve perciò portare due cose: accesso alle aree rurali a fonti di energia alternativa e di elettricità, mentre si assicura la protezione dell’ambiente. I villaggi lontani godranno i benefici che accompagnano l’uso delle rinnovabili.

Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia nel 2015 sono avvenute 270 mila morti premature per inquinamento indoor a causa delle pratiche di cucina e di riscaldamento tradizionali. Si producono di solito livelli alti di monossido di carbonio che resta intrappolato per la cattiva areazione dei locali ed è pericoloso per la salute di bambini ed adulti.

La soluzione rinnovabile sarebbe un digestore anaerobico che usa bioenergia per cucinare e riscaldare e che si alimenta con rifiuti animali da cui formano metano a scopo energetico. Il metano è un gas serra che impatta negativamente sul clima.

Questa soluzione la si è impiegata nelle campagne in Vietnam e Cambogia. In Vietnam 250 mila digestori a biogas hanno permesso di ridurre del 80% il particolato nelle cucine fino a livelli molto prossimi al 24 microgrammi per metrocubo della OMS.

Un altro esempio di come l’energia alternativa possa migliorare la salute è nell’industria dei servizi sanitari. Un servizio sanitario buono è sostenuto da un rifornimento di elettricità costante per i vari macchinari negli ospedali e cliniche.

Si è esemplificato nella Birmania rurale dove un impianto microidroelettrico è usato per dare elettricità alle cliniche di maternità nelle comunità locali. Si usa anche energia solare della Sunlabob Renewable Energy, specializzata in soluzioni rinnovabili insieme al governo laotiano, per 44 sistemi di refrigerazione e raffreddamento solari in varie province. Questi sistemi permettono di immagazzinare medicamenti, vaccini ed altri materiali per 11 mila laotiani.

Sistemi di refrigerazione con energia rinnovabile possono essere usati per la sicurezza alimentare in comunità rurali. Un accesso adeguato alla refrigerazione può impedire la putrefazione di almeno il 20% di alimenti deperibili dove l’accesso all’elettricità non è affidabile. L’esempio è quello di un’isola filippina dove una microgriglia energetica rinnovabile riesce a produrre energia per produrre 1 tonnellata di ghiaccio al giorno che aiuta a conservare meglio il pescato dai pesatori del posto con un aumento del 40% delle entrate.

L’energia rinnovabile può essere usata per sistemi di irrigazione e pompe oppure l’uso delle biomasse come fertilizzanti.

Desalinizzatori ad energia rinnovabile possono essere una soluzione efficiente per migliorare la sicurezza idrica nelle province dando acqua potabile.

Un progetto in Cambogia di 1001fontaines ha portato accesso all’acqua potabile per 400 mila persone grazie all’introduzione di sistemi di purificazione dell’acqua con energia solare.

https://theaseanpost.com/article/impact-renewable-energy-rural-health

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.