Aumento del venti per cento del budget destinato alla difesa thailandese

Listen to this article

Il parlamento eletto dalla giunta militare thailandese ha dato via libera ad un aumento del venti per cento del budget destinato alla difesa e alla sicurezza per l’anno fiscale del 2019.

Si passerà dai 274 miliardi di baht di questo anno, oltre 7,3 miliardi di euro, per la difesa e la sicurezza a 329 miliardi di baht, oltre 8,75 miliardi di euro. Un aumento di 1 miliardo di euro per la sicurezza e difesa Thailandese. (Fonte BKKPOST)

Il bilancio complessivo dello stato, approvato in prima lettura dal parlamento, sarà di 3 mila miliardi di Baht, 800 miliardi di euro, con un aumento del 4% a partire da 721 miliardi di euro. Rappresenta il 17% del PIL Thailandese. Il deficit previsto sarà di 450 miliardi di Baht, 20 miliardi di euro, finanziato da prestiti, lo stesso del budget in corso.

Il budget è diviso in sei aree strategiche: sicurezza nazionale che vede un incremento del 20% della spesa; la competitività la cui spesa è ridotta del 14,6%; lo sviluppo delle risorse umane la cui spesa è ridotta del 2.6%; eradicazione della povertà e diseguaglianze che cresce del 19%; la gestione dell’acqua la cui spesa scende del 6,6%; sviluppo dell’amministrazione del settore pubblico che cresce del 7%, mentre la riserva per l’emergenza cresce del 7%.

Il voto finale è stato di 197 voti a favore e tre astenuti.

Nella società civile, poiché il parlamento è stato totalmente nominato da Prayuth, il Puea Thai ha posto i dubbi sull’incremento del budget per la difesa che ammonta al 20% mentre l’efficienza della sicurezza non è cresciuta di pari passo.

Jirayu Huangsap, portavoce del Puea Thai che è il partito di Yingluck e Thaksin Shinawatra, ha notato che se il lavoro del governo fosse stato fatto bene, non ci sarebbe dovuto essere questo notevole aumento dei fondi per la difesa. Anzi questa parte del bilancio sarebbe dovuta diminuire visto che si va verso le elezioni generali di febbraio.

“Il regime deve chiedersi cosa è la sicurezza nazionale e dirlo alla gente. Sono soldi di chi paga le tasse. Ma la gente dice che l’insicurezza nazionale è quando non ci sono elezioni”.

Tra le voci del parlamento qualcuno ha ricordato che molte agenzie dello stato in realtà non riescono a spendere e che, vista la crescita della finanziaria, bisogna trovare meccanismi per favorire la spesa secondo la pianificazione fatta.

Un altro aspetto sollevato è di trovare misure per affrontare il debito crescente delle famiglie per accrescere i redditi delle famiglie.

Secondo alcuni, se si fanno le elezioni a febbraio, questo potrebbe essere l’ultimo anno di crescita del budget.

Va anche ricordato che la spesa per la sicurezza e la difesa è sempre cresciuta da quando il generale Prayuth prese il potere col golpe nel 2014.

Secondo il regime Thailandese ci sono nuove minacce di cui tenere conto. Si tratta di mantenere la pace interna e l’ordine e prevenire i crimini transnazionale e proteggere la monarchia. In questo ultimo anno la spesa crescerà di un miliardo di euro.

Questo budget fa parte della strategia nazionale ventennale ed è vincolante per le future amministrazioni.

Paul Chambers, che insegna alla Naresuan University, questo bilancio potrebbe contenere anche quanto necessario per costruire e propagandare il partito politico di origine militare che si presenterà alle prossime elezioni. “Dopo tutto, nel passato thailandese i militari hanno usato i soldi della difesa in questo modo”

La stessa figura di Prayuth sembra avere una svolta verso il politico piuttosto che il militare con un numero maggiore di viaggi all’estero e nel paese per accrescere la propria immagine.

Dopo quattro anni di rallentamento, sembra che l’economia stia ripartendo per la crescita della spesa domestica, delle esportazioni e del turismo.

Questa crescita del budget complessivo vuole anche rafforzare questo momento favorevole dell’economia anche se è accompagnata da molte ombre.

La corruzione, che è stata la ragione del golpe contro il governo di Yingluck e della sua condanna, è la prima ombra che si aggira su vari personaggi del regime.

Pichai Naripthaphan, che è stato ministro dell’energia di Yingluck Shinawatra, ha ricordato che la spesa militare è cresciuta esponenzialmente dai tempi del governo Thaksin.

“Se la Thailandia vuole sviluppare il paese, la spesa della difesa deve essere tagliata per spendere quel denaro su progetti infrastrutturali che sono anche i più importanti”

Persino il ministro dell’economia Thailandese dorme durante il discorso di Prayuth in parlamento

Molti giornali thailandesi hanno pubblicato foto di parlamentari assonnati durante il dibattito parlamentare e durante i discorsi del generale Prayuth ed il suo vice Prawit Wongsuwan.

Qualcuno ha detto che forse si dovrebbe dare spazio a qualcuno più giovane capace di sostenere un lungo dibattito parlamentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole