FILIPPINE: La tribù Abelling, una cultura che scompare

Listen to this article

La tribu Abelling è una minoranza culturale poco conosciuta che si trova nella parte montagnosa di Tarlac Occidentale (Parte settentrionale dell’isola di Luzon delle Filippine). A differenziarli dai loro fratelli Aetas ci sono pochissime caratteristiche. A Sitio San Pedro, barangay Iba, San Jose, Tarlac, circa 290 famiglie costellano la catena delle montagne intorno.

Il vice capo tribale Abeling, Johny Basilio, diceva che secondo la storia tramandata a voce dai suoi antenati, andavano a caccia e ricercavano prodotti di foresta anche prima degli Aetas. Un’altra prova, a suo dire, è che la loro lingua Aberling, è molto differente dal dialetto Sambal parlato dagli Aetas.

Oggi gli Abelling sono per lo più contadini, falegnami e pescatori e contano moltissimo sui prodotti della foresta intorno a loro per gli alimenti, rifugi e medicine.

la tribù Abelling, una cultura che scompare

La loro tribù è guidata da un consiglio degli anziani composta da 14 individui, tutti molto bravi nella medicina delle erbe, nella caccia, nella pesca, nella raccolta, nel commercio dei loro prodotti artigianali ed arnesi di cucina, di frecce e lance.

Ma un fattore unificante maggiore è che sono tutti portali per “anitos”. Ogni anziano può essere posseduto da uno spirito anito su richiesta, ed è in questo stato che si sono fatte le decisioni importanti per conto della tribù.

Come molti altri gruppi indigeni, si trovano di fronte alle tentazioni della vita moderna, della tecnologia e per alcuni anche i media sociali.

Molti della generazione più giovane hanno scelto di vivere e lavorare in città. Altri uomini hanno sposate donne che non appartenevano alla loro tribù. La tribù degli Abelling sta lentamente scomparendo e con essa la loro cultura, le loro pratiche e le loro tradizioni.

Il consiglio degli anziani si assottiglia ogni anno a causa dell’età. Quest’anno è stata una decisione degli anziani di accettare un membro Abelling nel consiglio, ma la decisione ha bisogno di essere approvata dagli anitos.

Solo tre candidati della generazione più si sono presentati per fare parte del consiglio. Solo uno è stato selto come candidato, Berting, la cui età è sconosciuta persino a se stesso. Il padre di Berting fece un tempo un patto con il membro più anziano del consiglio, Apo Totoy, affinché suo figlio divenisse un membro del consiglio, ma la decisione giace ancora con gli spiriti.

Ma nello scegliere un degno membro del consiglio, devono essere invocati gli spiriti, con un giorno ed una notte di danze, bevendo ed con l’offerta di cibo e maiali. Questa cerimonia prende il nome di Paduyduy, o un rituale di ringraziamento che si celebra tipicamente dopo un raccolto abbondante. Questo anno è stato ancora più speciale perché un membro della tribù deve essere scelto per il consiglio, se gli spiriti approvano.

Ka Freddie, di 59 anni, spiega quello che si richiede per essere scelto nel consiglio. “Ci deve essere identità con la comunità e deve essere di aiuto poiché sarà uno di quelli a cui i più giovani Abelling chiederanno consiglio”.

Due giorni prima della decisione degli spiriti, se davvero Berting è degno di divenire un membro del consiglio, si preparano varie pietanze del villaggio per far piacere agli spiriti, per ripondere alla loro richiesta di un nuovo membro del consiglio. Le pietanze vengono poste tutte intorno alla casa di Apo Totoy, l’area principale del rituale.

Il pavimento di legno della capanna rialzata era stata riparata dagli uomini del villaggio per accomodare le centinaia di visitatori che provano a dare una sbirciata al rituale e alle danze dentro la casa. Fuori è stato costruito un palchetto speciale per il maiale sacrificale, il cui solo scopo per essere rialzato era di poter prendere il sangue necessario al rituale.

Per le donne anziane sono stati preparati i fazzoletti rossi, i kurungkung. Si usa una chitarra natia insieme ad un gong, pala-i, per la musica da necessaria durante la danza degli spiriti.

La casa di Apo Totoy e le sue immediate vicinanze diventano un luogo di raduno per tutti, bambini, visitatori dai sitios lontani e quelli curiosi per il rumore. Ironicamente la casa di Totoy è per lo più vietata persino ai parenti nei giorni normali se non per chi cerca la cura per una malattia e per gli incidenti.

La decisione finale

Verso le tre del pomeriggio dell’ultimo giorno, tutti quanti formano un cerchio attorno al maiale da sacrificare, mentre si suona la musica e gli anziani cantano. Si scelgono sei giovani uomini per trasportare il maiale che per cinque volte è stato portato in giro attorno alla casa di Apo Totoy prima di essere ucciso.

Le donne anziane si allineano al fianco degli uomini che portano il maiale sempre cantando, mentre portano delle fruste speciali fatte nei giorni precedenti.

Dopo la passeggiata tradizionale attorno alla casa, si pone il maiale sul balcone della casa affinché lo vedano tutti. Si danno da mangiare varie cibi nativi e radici raccolte. Se il maiale non ingoia nulla di quanto gli viene dato, significa che lo spirito non approva il candidato che deve quindi aspettare fino al prossimo Paduydy che sarà determinato dal consiglio.

Alla fine gli spiriti non approvano il solo candidato. Hanno fatto conoscere la loro decisione attraverso il consiglio degli anziani durante la loro danza da trance.

La tribù Abelling dovrà ancora aspettare anni affinché gli spiriti ritornano. Fino ad allora la tradizione, i segreti e i costumi sono custoditi presso i pochi anziani che restano.

Dax Symbol, Fino alla prossima danza: la storia di una tribù che sta scomparendo , The Rappler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole