INDONESIA: Due ragazzini arrestati per furto e morti in carcere a Sumatra

ragazzini arrestatiDue ragazzini Indonesiani Faisal di 14 anni e suo fratello Busri di 17 furono trovati morti in cella il 28 dicembre. Faisal era stato scoperto il 21 dicembre a rubare dalle offerte in una moschea, mentre suo fratello Busri aveva rubato una moto alcuni giorni dopo. Secondo la polizia di Sijunjung, a Sumatra Occidentale, i due ragazzini avrebbero commesso suicidio. La Commissione Nazionale per i Diritti Umani Indonesiana Komnas HAM,, però, sembra di diverso parere: i due ragazzini sarebbero stati picchiati e torturati a morte dalla polizia.

«Abbiamo testimoni che affermano che Faisal e suo fratello Busri erano stati torturati dalla polizia sin dai primi giorni dopo il oro arresto.» ha dichiarato Johny Nelson Simanjuntak della Komnas HAM. «Faisal fu picchiato nello stomaco e la polizia continuava a picchiarlo fino a notte fonda. C’erano persone attorno alla stazione di polizia che hanno ascoltato il ragazzino piangere e gridare per il dolore.»

Alcuni giorni dopo l’arresto di Faisal fu inviato un gruppo alla ricerca di Busri per arrestarlo. «La gente vide le truppe picchiarlo prima di gettarlo nel veicolo. Ho scoperto che stavano facendo una reazione eccessiva al furto di una motocicletta…. Mi hanno detto che Busri aveva rubato 17 motociclette, ma quando ho domandato le denunce non sono riusciti a darmi una risposta, neanche il verbale dell’interrogatorio.»
Dopo aver visionato le foto dei corpi e dopo aver ispezionato la stazione, il rappresentante del Komnas HAM si è convinto che i due ragazzini non si erano suicidati.
«I segni attorno al collo erano su un agolo orizzontale e non verso l’alto, e non sono riuscito a trovare nessuna maglietta strappata o tendina che la polizia sostiene usata dai ragazzini per impiccarsi.»
Nel frattempo la polizia locale ha subito le sanzioni per negligenza nell’impedire il suicidio  ma non per violazione dei diritti umani con sanzioni di qualche settimana di carcere e alune pene amministrative.
Nel frattempo la Komna HAM ha dato tempo alla polizia per consegnare i risultati della autopsia prima di poter inviare il rapporto alle autorità competenti e per dare i documenti necessari sulle esercitazioni sulla protezione dei bambini.
Finora non sono stati consegnati nessun documento e la Polizia molto probabilmente sta giocando sulla ufficialità della richiesta, anche se nell’incontro con il comando di polizia di SumatraOccidentale era chiaro che dovevano presentare i documenti. Questa riluttanza della polizia rafforza, a detta della Komnas Ham, i sospetti iniziali della commissione.

Vedi anche  Sepolture a Giacarta fanno sperare nel controllo del COVID-19

ULTIMANOTIZIA: La polizia ha consegnato il rapporto dell’autopsia sui due corpi dei ragazzini morti in carcere, Faisal e Busri alla Kmnas HAM. Nessuna notizia è ancora trapelata.