Le aspettative chieste ad una ragazza thailandese della buona società

Senza voler fare generalizzazioni a persone che si sono trovate in simili circostanze, questo articolo nasce dalla mia esperienza personale e dal mio pensiero.

Non è vero che tutte le tradizioni vanno bene, e che tutte vanno male, ma alcune sono vecchie. Non tutti nella società Thai sono tradizionalisti, alcuni sono progressisti ed altri no, ma persistono alcune tradizioni fuori moda.

ragazza thailandese
Foto: Rosalyn Bejrsuwana

Ho perso il conto delle volte che mi è stato detto che sono aggressiva ed metto paura. Ma non credo di esserlo. Uso la mia voce per affrontare le questioni. Do le mie considerazioni e faccio ciò che amo.

Vivo in questo mondo da 16 anni e sperimento una tradizione culturale che mi dice che il modo in cui mi comporto non è quello adatto ad una puu-dii .

Puu sta per persona, mentre dii sta per bene. Puu-dii significa quindi una buona persona. Ma nell’uso comune descrive qualcuno della classe superiore.

A puu-dii, qualcuno che è buona, è delle classi superiori. Questa è la gerarchia sociale della Thailandia.

Nel ventunesimo secolo, da giovane ragazza thailandese, ci si aspetta che mi comporti da puu-dii.

Una ragazza deve essere remissiva

Ogni volta che ho una conversazione con gli adulti, molti di loro si attendono in qualche modo da me di essere d’accordo con loro perché loro sono adulti. Si attendono che annuisca con la testa, ridacchi e dica Tuug Ka, corretto, signore/ signora, anche se a volte credo che si sbaglino, non solo per il loro modo di pensare ma anche su un piano etico.

Non è anche solo per il fatto di essere puu-dii; tradizionalmente ci si aspetta che le ragazze thailandesi di qualunque substrato sociale od economico annuiscono con la testa, sorridano, ridacchiano e siano d’accordo su tutto.

Articolo collegato  Il crimine dei giovani thailandesi e la piaggeria degli adulti

Una ragazza è più valutata dal suo apparire che dal suo cervello

L’immagine ha la priorità su tutto. L’industria dell’intrattenimento e commerciale ci dice questo. Non si tratta del solo apparire bella esteticamente ma anche di apparire ricchi. Questo problema non è solo nella società tradizionale ma anche in quella moderna.

Con questo modo di pensare, mi dicono che quello che indosso deve essere costoso. Molti genitori che si definiscono puu-dii si attendono che i loro figlio appaiano tanto agiati come tutti nella classe.

Si tratta dell’immagine della famiglia. Indossare abiti che non sono costosi portano vergogna sulla famiglia.

La ricchezza di porta lontano; apparire è un must, le connessioni sociali qualcosa di più.

Per prima cosa devi apparire ricca, che significa apparire buoni. Poi fatti una laurea costosa. Terzo fatti un’istruzione.

Una ragazza deve solo dire quello che gli altri vogliono sentirsi dire

Confronto non è una parola del dizionario di un puu-dii. Le voci che hanno la priorità su quella nostra sono quelle degli adulti, e credo che più in la nella vita la voce dei nostri mariti.

Per le ragazze thailandesi, si attende che facciano sacrifici, che si siedano sul sedile posteriore e dicano la cosa giusta, che sia di accordo o per complimentarsi, di solito di accordo e poi di complimento.

Non ci si deve meravigliare che le donne sono abusate e sfruttate.

Se ci si attende di essere meno allora ovviamente saremo trattati per ancor meno.

Una ragazza thailandese deve essere un’attrice

A molte di noi si insegna che per avere amore ed attenzione o semplicemente per avere quello che vogliamo, invece di erigersi e parlare chiaro, dovremmo ngon, vale a dire mettere su il muso e scappare.

Articolo collegato  BRN thailandese e lo scotto di voler trovare una posizione internazionale

Invece i ragazzi devono essere ngor, vale a dire cedere e chiedere perdono. Alla fine, noi ragazze avremmo così l’amore e l’attenzione e qualunque cosa vogliamo.

Credo che questo significhi che le ragazze thai non dovrebbero mai crescere, ma di essere sempre delle fanciulle.

L’ambizione di una ragazza thailandese non deve essere maggiore di quella di un ragazzo

Non devo andare ad una università migliore. Non devo lavorare duro quanto i ragazzi. Devo essere distaccata ed ascoltare i problemi dei maschi.

Tutto quello che questo significa è, devo passare la mia vita a prepararmi a diventare quello che la società considera una buona moglie e madre.

Questi problemi non solo unicamente thai, ma posso parlare solo delle mie esperienze.

Non scrivo questo perché sono una femminista. Lo scrivo per dire che per andare avanti abbiamo bisogno di cominciare ad avere nuove conversazioni. Abbiamo bisogno di cominciare a spingere i bambini ad uscire dalla loro bolla e fare quello che amano, insegnando loro a rendere prioritari se stessi e sapere quello che vale per sé e quello che è l’amore di sé.

Se continuiamo a formare le ragazze a conformarsi a dei criteri specifici da convalidarsi in base a norme fuori moda, non potrà esserci cambiamento o progresso.

E’ giunto il momento di avere nuove conversazioni.

Non su ciò che una ragazza thailandese deve essere ma su quello che una ragazza thai può essere.

Rosalyn Bejrsuwana, THISRUPT