Ordine pubblico a Singapore minacciato di una persona sola

Ordine Pubblico
83 / 100

Tutto il Sudestasiatico vive in questi mesi uno spostamento verso tendenze autoritarie alla luce del controllo dell’epidemia di Coronavirus che viene usata per controllare la libertà di manifestazione, e di espressione.

Tra queste vi è certamente Singapore dove la libertà di espressione e di manifestazione sono limitate da varie legislazioni tra cui la POFMA e la Legge dell’ Ordine pubblico.

minaccia all' Ordine Pubblico

Dei tanti militanti, giornali e ONG che hanno vissuto questa limitazione, segnalammo il caso di Jolovan Wham, un militante democratico che già in passato ha vissuto due periodi di carcere “in sostituzione del pagamento di multe per disprezzo della corte e per aver organizzato un forum al chiuso, considerato illegale per la presenza via SKYPE del militante di Hong Kong Joshua Wong che secondo le autorità di Singapore richiedeva un permesso, come scrive la giornalista Kirsten Han.

Jolovan Wham è stato accusato in base alla legge dell’ordine pubblico di Singapore di altri due crimini, due dimostrazioni di una persona sola che è fotografato mentre regge un foglio.

Su un foglio chiede di far cadere le accuse contro due attivisti Terry Hu e Daniel Costa, mentre nell’altro un foglio in cui ha disegnato l’icona della faccia sorridente.

Terry Hu e Daniel Costa erano stati accusati di diffamazione per aver denunciato sul TOC la corruzione alcuni alti esponenti del governo.

Le due accuse comportano una pena pecuniaria di 3700 S$ l’una, 2200 euro per sentenza.

“Mi professo innocente perché esercito solo il mio diritto alla libertà di espressione. E’ il massimo del ridicolo se una persona non può neanche fare una foto in pubblico” ha detto a LATimes

Vedi anche  Duterte e il tentativo di arresto illegale di Trillanes sventato dai militari

La legge dell’ Ordine Pubblico di Singapore definisce assemblea come “raduno od incontro (che si comprenda o meno un discorso, un colloquio, una dichiarazione, dibattito o discussione) di persone il cui scopo è di dimostrare sostegno o opposizione alle idee o azioni di una persona, gruppo di persone o un governo; di pubblicizzare una causa o campagna oppure di segnare o commemorare un evento; ed include una dimostrazione di una persona sola per uno scopo qualunque riferito ai paragrafi di su.” https://sso.agc.gov.sg/Act/POA2009

La manifestazione o dimostrazione deve essere autorizzata formalmente se deve avvenire in un posto specifico di Singapore che non sia “Speaker’s Corner” nel parco pubblico Hong Lim Park, per altro sotto specifiche istruzioni.

Al momento, a causa del Coronavirus, il governo ha chiuso anche la zona di libera espressione di Speaker’s Corner.

Che significato ha la parola assemblea se non un insieme di persone che si riuniscono per esprimere un’opinione o per discutere o per solidarizzare o per altro ancora?

A Singapore una persona sola che pensa ed esercita il diritto di espressione rappresenta una minaccia alla legge dell’ ordine pubblico.

“Il ministro della giustizia di Singapore K. Shanmugam ha detto, dopo le proteste democratiche di Hong Kong che Singapore ha avuto ragione a fermare le manifestazioni prima che iniziassero.

minaccia all' Ordine Pubblico

‘Le azioni di pochi disaffezionati non devono poter permettere di minacciare i diritti della maggioranza di vivere in una società stabile, pacifica’ ha detto il ministro”

Il processo a Jolovam Wham si è avuto il 23 novembre dove egli ha ammesso di aver disegnato la faccina sorridente con le sue mani.

Una protesta di un uomo solo fa così paura alla ordinata Singapore?

Vedi anche  Nguyen Ngoc Nhu Quynh, un altro premio per la libertà di stampa

“Wham ha detto di aver tenuto quella faccina sorridente a sostegno di due giovani attivisti che erano stati indagati per ave tenuto manifesti che chiedevano a Singapore di combattere il cambiamento climatico riducendo la propria dipendenza dal petrolio” scrive Hannah Beech sul NYT a cui Phil Robertson di HRW Asia ha dichiarato:

“Si penserà che le autorità di Singapore siano abbastanza sveglie da non perseguire questo caso ridicolo che farà ridere tutto il mondo, ma sono così accecati dalla mentalità di comando e controllo che preferiscono dare la risposta più forte alla minima provocazione”

Nella prima condanna di Jolovan Wham a causa di una conferenza via Skype con Joshua Wong la corte di appello riaffermò la costituzionalità della condanna di JW dicendo:

“Sfortunatamente è un fatto da cui non si può sfuggire della vita moderna che la politica nazione sia dovunque spesso l’obiettivo dell’interferenza di entità straniere o di individui che promuovono la loro propria agenda”.

Prima di entrare in carcere JW scrisse sui media sociali:

“Non dovrebbe mai essere un reato dire la propria verità. Se non puoi parlare, associarti liberamente e fare campagne politiche senza doverti prima guardare alle spalle, le riforme che vogliamo si possono fare solo nei termini di chi ha il potere”